Barbaresco Bric Balin DOCG

I nostri vini | Barbaresco Bric Balin DOCG

Il Bric Balin proviene da Barbaresco, dall’anfiteatro dove si trova la cantina, il terreno gli dona freschezza e potenza.

Alla vista si presenta con un bel colore rosso granato intenso, mentre al naso emana sentori fruttati e complessi. In bocca è fresco e ricco di corpo con tannini potenti. È perfetto da bere in abbinamento a piatti a base di carni rosse, stufate o alla griglia, salumi, selvaggina e formaggi di media stagionatura.

Barbaresco Bric Balin DOCG

Vitigno

Nebbiolo

Zona di produzione

comune di Barbaresco

Vigneto

Bric Balin

Anno vigneto

1971, 1985, 2013, 2022

Superficie

2,3 ettari

Piante per ettaro

n° 4.000

Tipo di terreno

Marne di Sant'Agata fossili laminate, marne calcaree biancastre

Esposizione e Altitudine

ovest da 250 a 300 metri

Epoca vendemmia

Fine settembre - inizio ottobre

Produzione

60 quintali/ettaro

Fermentazione

In vasche d’acciaio termocondizionate

Affinamento

In barriques di rovere francese per diciotto mesi e in bottiglia per minimo nove mesi

N° Bottiglie

12.000

I nostri vini | Barbaresco Bric Balin DOCG

Il Bric Balin proviene da Barbaresco, dall’anfiteatro dove si trova la cantina, il terreno gli dona freschezza e potenza.

Alla vista si presenta con un bel colore rosso granato intenso, mentre al naso emana sentori fruttati e complessi. In bocca è fresco e ricco di corpo con tannini potenti. È perfetto da bere in abbinamento a piatti a base di carni rosse, stufate o alla griglia, salumi, selvaggina e formaggi di media stagionatura.

Barbaresco Bric Balin DOCG

Vitigno

Nebbiolo

Zona di produzione

comune di Barbaresco

Vigneto

Bric Balin

Anno vigneto

1971, 1985, 2013, 2022

Superficie

2,3 ettari

Piante per ettaro

n° 4.000

Tipo di terreno

Marne di Sant'Agata fossili laminate, marne calcaree biancastre

Esposizione e Altitudine

ovest da 250 a 300 metri

Epoca vendemmia

Fine settembre - inizio ottobre

Produzione

60 quintali/ettaro

Fermentazione

In vasche d’acciaio termocondizionate

Affinamento

In barriques di rovere francese per diciotto mesi e in bottiglia per minimo nove mesi

N° Bottiglie

12.000

Barbaresco Bric Balin DOCG

I nostri vini | Barbaresco Bric Balin DOCG

Il Bric Balin proviene da Barbaresco, dall’anfiteatro dove si trova la cantina, il terreno gli dona freschezza e potenza.

Alla vista si presenta con un bel colore rosso granato intenso, mentre al naso emana sentori fruttati e complessi. In bocca è fresco e ricco di corpo con tannini potenti. È perfetto da bere in abbinamento a piatti a base di carni rosse, stufate o alla griglia, salumi, selvaggina e formaggi di media stagionatura.

Barbaresco Bric Balin DOCG

Vitigno

Nebbiolo

Zona di produzione

comune di Barbaresco

Vigneto

Bric Balin

Anno vigneto

1971, 1985, 2013, 2022

Superficie

2,3 ettari

Piante per ettaro

n° 4.000

Tipo di terreno

Marne di Sant'Agata fossili laminate, marne calcaree biancastre

Esposizione e Altitudine

ovest da 250 a 300 metri

Epoca vendemmia

Fine settembre - inizio ottobre

Produzione

60 quintali/ettaro

Fermentazione

In vasche d’acciaio termocondizionate

Affinamento

In barriques di rovere francese per diciotto mesi e in bottiglia per minimo nove mesi

N° Bottiglie

12.000

Barbaresco Bric Balin DOCG
Moccagatta_Barbaresco_Bric_Balin_Panorama_Vigneti_Langhe_Tralcio-vite

il vigneto

Bric Balin è un vigneto di Barbaresco, sul versante occidentale, con argille calcaree biancastre.

Il vigneto si trova nell’anfiteatro della cantina, nella collina Muncagota che dà il nome all’azienda, sul versante occidentale della dorsale che scende verso il centro del comune di Barbaresco. Il terreno è costituito da Marne di Sant’Agata fossili laminate più ricche in argilla. L’esposizione fresca, unita all’argilla, regala vini di buona struttura e carattere.

La raccolta viene praticata manualmente: i grappoli vengono riposti in cassette da 20 kg per preservarne la qualità.

Guarda sulla mappa
Nebbiolo
Nebbiolo

Il vigneto si trova nell’anfiteatro della cantina, nella collina Muncagota che dà il nome all’azienda, sul versante occidentale della dorsale che scende verso il centro del comune di Barbaresco. Il terreno è costituito da Marne di Sant’Agata fossili laminate più ricche in argilla. L’esposizione fresca, unita all’argilla, regala vini di buona struttura e carattere.

La raccolta viene praticata manualmente: i grappoli vengono riposti in cassette da 20 kg per preservarne la qualità.